Diocesi di Vigevano

Vi sono 87 parrocchie in questa diocesi che nasce grazie a papa Clemente VII il 16 marzo 1530 con la bolla Pro excellenti[1], ricavandone il territorio dalle diocesi di Novara e Pavia. Originariamente comprendeva soltanto tre parrocchie (Vigevano, Mortara e Gambolò) ed era suffraganea dell'arcidiocesi di Milano. La diocesi si ingrandì nel 1532 con l'erezione di altre due parrocchie in città, e nel 1535 con l'annessione dell'abbazia di Santa Maria di Acqualunga, in precedenza appartenente alla diocesi di Pavia. Il primo vescovo fu Galeazzo Pietra, che fece il suo ingresso solenne il 6 dicembre 1530 e che ben presto istituì il capitolo dei canonici della cattedrale. Il suo successore, e nipote, Maurizio Pietra, in ottemperanza alle decisioni del concilio di Trento, indisse nel 1572 il primo sinodo diocesano ed eresse il seminario il 1º gennaio 1566. Nel Seicento la diocesi fu governata da una serie di vescovi di origine spagnola. Alcuni di essi furono assenti dalla vita della diocesi; altri invece si distinsero per la serietà nella cura pastorale. Particolare rilievo nella vita culturale dell'Europa del tempo l'ebbe il vescovo Juan Caramuel y Lobkowitz, acceso polemista ed accanito antigiansenista. In epoca napoleonica fu eletto vescovo Nicola Saverio Gamboni, che tuttavia non fu mai confermato dalla Santa Sede. Nel 1817 la Diocesi di Pavia cedette tutte le parrocchie a destra del Ticino a quella di Vigevano. Il 17 luglio 1817 la diocesi di Vercelli fu elevata ad arcidiocesi e il 26 novembre dello stesso anno Vigevano ne divenne suffraganea. Con la stessa bolla papa Pio VII ampliò notevolmente la diocesi di Vigevano, assegnandole tutte le parrocchie della diocesi di Pavia a destra del Ticino e altre ancora, che prima appartenevano all'arcidiocesi di Milano e alla diocesi di Novara. Il 17 luglio 1974 con il decreto Concilii Oecumenici della Congregazione per i Vescovi è tornata a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Milano e della conferenza episcopale lombarda, lasciando quella piemontese. I vescovi di Vigevano hanno da sempre ricevuto anche i titoli di abate di Santa Maria d'Acqualunga e di conte di Zeme. Nel

Parrocchie della Diocesi di Vigevano nel territorio